Relazione al convegno “Fare accadere le cose”