Pattern emotivi e narrativizzazione dell’esperienza: per una semiotica del destino