The essay explores Dulce Chacón's novel La voz dormida (2002), along with the Italian translation (Le ragazze di Ventas) and the film adaptation directed by Benito Zambrano (2011), subtitled in English, concentrating on the rendering of orality. Both in the book and in the film version the narrative pattern emerges from the intertwining voices of the characters, a silenced chorus of women, though determined to resist Franco's repression. The first part focuses on the novel and its intersemiotic translation. Starting from a non-hierarchical idea of adapatation as intertextuality, it highlights the devices of narrative dialogism and the mimetic potential of the written word. The second part compares the dialogues and the English subtitles, adopting Gottlieb's strategies and focusing on the shift from orality to writing entailed by subtitling as a form of diasemiotic audiovisual translation.

Il saggio analizza il romanzo di Dulce Chacón La voz dormida (2002), tradotto in italiano con il titolo Le ragazze di Ventas, e l'adattamento cinematografico diretto da Benito Zambrano (2011), sottotitolato in inglese, focalizzandosi sulla resa dell'oralità. Il disegno della narrazione, sia nel libro sia nella versione cinematografica, affiora dal tessuto delle voci femminili, da una coralità silenziosa ma determinata nella resistenza alla repressione franchista. La prima parte si sofferma sul romanzo e sulla traduzione intersemiotica, intesa come forma non gerarchica di intertestualità, mettendo in evidenza i meccanismi del dialogismo narrativo, la potenzialità mimetica della parola. La seconda parte propone un'analisi dei sottotitoli in inglese del film, basandosi sulle strategie di Gottlieb e soffermandosi sul processo di trasferimento dall’oralità alla scrittura che la sottotitolazione, in quanto forma di traduzione diasemiotica, inevitabilmente comporta.

Voci di donne della postguerra spagnola: La voz dormida. Dal romanzo al film sottotitolato in inglese, 2020-12.

Voci di donne della postguerra spagnola: La voz dormida. Dal romanzo al film sottotitolato in inglese

Liverani, Elena;Logaldo, Mara
2020-12

Abstract

Il saggio analizza il romanzo di Dulce Chacón La voz dormida (2002), tradotto in italiano con il titolo Le ragazze di Ventas, e l'adattamento cinematografico diretto da Benito Zambrano (2011), sottotitolato in inglese, focalizzandosi sulla resa dell'oralità. Il disegno della narrazione, sia nel libro sia nella versione cinematografica, affiora dal tessuto delle voci femminili, da una coralità silenziosa ma determinata nella resistenza alla repressione franchista. La prima parte si sofferma sul romanzo e sulla traduzione intersemiotica, intesa come forma non gerarchica di intertestualità, mettendo in evidenza i meccanismi del dialogismo narrativo, la potenzialità mimetica della parola. La seconda parte propone un'analisi dei sottotitoli in inglese del film, basandosi sulle strategie di Gottlieb e soffermandosi sul processo di trasferimento dall’oralità alla scrittura che la sottotitolazione, in quanto forma di traduzione diasemiotica, inevitabilmente comporta.
ita
set-2020
TESTO A FRONTE
Univrsità IULM-Olschki
62
Primo semestre 2020
169
195
27
IT
internazionale
esperti anonimi
STAMPA
Settore L-LIN/12 - Lingua e Traduzione - Lingua Inglese
Settore L-LIN/07 - Lingua e Traduzione - Lingua Spagnola
2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Liverani-Logaldo.pdf

non disponibili

Descrizione: Saggio completo in Post-print
874.79 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/42383
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact