I ‘centri d’interesse’ del "Paese di cuccagna" e altre questioni narratologiche