Dove diciamo "Io": fra dissimulazioni del personaggio e scrittura del sé