I "53 giorni" di Sergio