Moda: made in Italy e sostenibilità, un connubio possibile?