L’articolo analizza e discute le necropoli dilmunite di Bahrain, presentando una distribuzione delle tombe ed una loro definizione tipologica, adattando e modificando la tipologia proposta da M. Ibrahim sulla base del cimitero di Saar. La storia degli scavi del cimitero di Aali e delle varie teorie proposte sui cimiteri di Bahrain dalla fine dell’Ottocento ad oggi introduce una discussione critica sulla teoria allogena, ripresa ancora recentemente da Lamberg-Karlovsky in connessione all’ipotesi di Dilmun come ‘Eden mesopotamico’ sulla base del mito di Enki e Ninkhursag e della Storia Sumerica del Diluvio. Si propone di considerare alcune ‘anomalie’ dei contesti funerari alla luce delle dinamiche insediamentali interne al paese di Dilmun (come il rapporto tra Failaka e Bahrain, e la presenza di numerosi dilmuniti al di fuori dell’isola). Si analizzano infine le differenze di rituale funerario tra i tumuli e i cd. burial complex con tombe agglutinate senza sopraelevazione ipotizzando che le tombe indifferenziate e disposte ad alveare siano riferibili a gruppi legati a specifiche attività di tipo mercantile.

Le necropoli di Bahrain e il culto funerario del paese di Dilmun: dalle prime ipotesi interpretative alle moderne prospettive di ricerca, 2000.

Le necropoli di Bahrain e il culto funerario del paese di Dilmun: dalle prime ipotesi interpretative alle moderne prospettive di ricerca

Peyronel, Luca
2000

Abstract

L’articolo analizza e discute le necropoli dilmunite di Bahrain, presentando una distribuzione delle tombe ed una loro definizione tipologica, adattando e modificando la tipologia proposta da M. Ibrahim sulla base del cimitero di Saar. La storia degli scavi del cimitero di Aali e delle varie teorie proposte sui cimiteri di Bahrain dalla fine dell’Ottocento ad oggi introduce una discussione critica sulla teoria allogena, ripresa ancora recentemente da Lamberg-Karlovsky in connessione all’ipotesi di Dilmun come ‘Eden mesopotamico’ sulla base del mito di Enki e Ninkhursag e della Storia Sumerica del Diluvio. Si propone di considerare alcune ‘anomalie’ dei contesti funerari alla luce delle dinamiche insediamentali interne al paese di Dilmun (come il rapporto tra Failaka e Bahrain, e la presenza di numerosi dilmuniti al di fuori dell’isola). Si analizzano infine le differenze di rituale funerario tra i tumuli e i cd. burial complex con tombe agglutinate senza sopraelevazione ipotizzando che le tombe indifferenziate e disposte ad alveare siano riferibili a gruppi legati a specifiche attività di tipo mercantile.
Italiano
10
63
99
37
Italy
internazionale
comitato scientifico
A stampa
Settore L-OR/05 - Archeologia e Storia Dell'Arte Del Vicino Oriente Antico
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10808/2008
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact