"Non so se mi crederete". Il fantastico contemporaneo di Il bar sotto il mare di Stefano Benni