Ritmi senza verso, ritmi in prosa? Piccola fenomenologia del "poetry slam"