Quel che resta del romanzo. Oreste Del Buono e l’insoddisfazione di scrivere