Comunicazione e competizione, i due elementi per la reinterpretazione del modello dei gap sulla qualità dei servizi