Ascoltare nei romanzi. Verifiche su Manzoni e De Roberto