Pubblicità e choc: la lezione di Walter Benjamin