Là dove le lingue vengono meno: il "Noi" è ancora possibile?