Una «realtà con le insegne cambiate»: analisi di Le metamorfosi di Lalla Romano