Fra spiritualità e materialismo: sulle traduzioni settecentesche dell'Inferno dantesco