Puri, ibridi, polimorfi: i generi che ci fanno bene