Vigorosi, versatili, ribelli: gli esponenti del regionalismo americano