"Un solo popolo distinto da tutti gli altri uomini": migranti maghrebini, cibo e identità