Il popolo è altrove: Carducci e la ballata romantica