Nella filosofia di Merleau-Ponty l’ecosistema, in quanto voluminosità totale del mondo, della terra e della Natura si mostra come spazio topologico del visibile, multidimensionale e inglobante. Costituisce la dimora (eco) del mondo amorfo della percezione che dà visibilità all’essere selvaggio o bruto grazie agli scarti e alle pieghe che lo attraversano. Non si tratta di uno spazio liscio e pieno ma di uno spazio topologico, segnato da stratificazioni discontinue e da una pluralità di livelli eterogenei e sovrapposti. Costituisce insomma una superficie ontologica non oggettivabile, un piano preoggettivo irriducibile, una “voluminosità totale” che ci avvolge dando luogo a una vera e propria “cosmologia del visibile” alla cui base si trova un’“unità per nervature” che fonda lo spazio di coappartenenza e di reversibilità. Spazio che una eco-fenomenologia ha il compito di descrivere.

Merleau-Ponty et l’écosystème du visible: pour une phénoménologie de l’espace topologique, 2013.

Merleau-Ponty et l’écosystème du visible: pour une phénoménologie de l’espace topologique

Boccali, Renato
2013

Abstract

Nella filosofia di Merleau-Ponty l’ecosistema, in quanto voluminosità totale del mondo, della terra e della Natura si mostra come spazio topologico del visibile, multidimensionale e inglobante. Costituisce la dimora (eco) del mondo amorfo della percezione che dà visibilità all’essere selvaggio o bruto grazie agli scarti e alle pieghe che lo attraversano. Non si tratta di uno spazio liscio e pieno ma di uno spazio topologico, segnato da stratificazioni discontinue e da una pluralità di livelli eterogenei e sovrapposti. Costituisce insomma una superficie ontologica non oggettivabile, un piano preoggettivo irriducibile, una “voluminosità totale” che ci avvolge dando luogo a una vera e propria “cosmologia del visibile” alla cui base si trova un’“unità per nervature” che fonda lo spazio di coappartenenza e di reversibilità. Spazio che una eco-fenomenologia ha il compito di descrivere.
French
Antonioli, Manola
Théories et pratiques écologiques: de l'écologie urbaine à l'imagination environnementale
233
248
16
978-2-84016-165-3
France
Paris
Presses Universitaires de paris Ouest
comitato scientifico
internazionale
A stampa
Settore M-FIL/01 - Filosofia Teoretica
Settore M-FIL/04 - Estetica
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/9569
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact