Il saggio offre una descrizione fenomenologica ed una contestualizzazione in una cultura della memoria del "Memoriale per gli ebrei d'Europa assassinati", inaugurato nel maggio 2005 a Berlino a due passi dal Reichstag e dalla Porta di Brandeburgo, con l'intento di far vedere come il monumento, attraverso la sua struttura formale tra costruzione e decostruzione, si astiene da ogni appello, e in maniera sobria e distaccata palesa soltanto lo sconcerto per ciò che degli esseri umani furono in grado di commettere rivelando la libertà umana come possibilità imponderabile di un'abissalita' smisurata.

Die liberale Idee in Peter Eisenmans Holocaust-Mahnmal, 2009.

Die liberale Idee in Peter Eisenmans Holocaust-Mahnmal

SZUKALA, RALPH HELMUT
2009

Abstract

Il saggio offre una descrizione fenomenologica ed una contestualizzazione in una cultura della memoria del "Memoriale per gli ebrei d'Europa assassinati", inaugurato nel maggio 2005 a Berlino a due passi dal Reichstag e dalla Porta di Brandeburgo, con l'intento di far vedere come il monumento, attraverso la sua struttura formale tra costruzione e decostruzione, si astiene da ogni appello, e in maniera sobria e distaccata palesa soltanto lo sconcerto per ciò che degli esseri umani furono in grado di commettere rivelando la libertà umana come possibilità imponderabile di un'abissalita' smisurata.
Tedesco
Kocziszky, Eva
Orte der Erinnerung. Kulturtopographische Studien zur Donaumonarchie
59
70
12
978-963-9614-58-1
Hungary
Szombathely
internazionale
A stampa
Settore L-LIN/13 - Letteratura Tedesca
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10808/907
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact