Lo stile della prosa barocca si modella su alcuni autori dell’antichità ignorati o trascurati dall’imitazione cinquecentesca. Mentre il Rinascimento presceglie la scrittura ciceroniana come paradigma di proporzione, simmetria e bellezza, ammettendo la contaminazione con pochi altri classici latini, da Quintiliano a Orazio, nel Seicento Seneca, Tacito e Sallustio orientano la prosa verso ritmi inquieti e diffondono il gusto per la retorica dell’antitesi e del frammento, in dichiarata polemica con l’ideale ciceroniano.

Il senechismo, 2012.

Il senechismo

Rodler, Lucia
2012

Abstract

Lo stile della prosa barocca si modella su alcuni autori dell’antichità ignorati o trascurati dall’imitazione cinquecentesca. Mentre il Rinascimento presceglie la scrittura ciceroniana come paradigma di proporzione, simmetria e bellezza, ammettendo la contaminazione con pochi altri classici latini, da Quintiliano a Orazio, nel Seicento Seneca, Tacito e Sallustio orientano la prosa verso ritmi inquieti e diffondono il gusto per la retorica dell’antitesi e del frammento, in dichiarata polemica con l’ideale ciceroniano.
Italiano
Eco, Umberto
L'età moderna e contemporanea. Vol.6. Il Seicento. Filosofia, letteratura, musica
6
423
427
5
Italy
Milano
EM Publishers
comitato scientifico
nazionale
A stampa
Settore L-FIL-LET/10 - Letteratura Italiana
Settore L-FIL-LET/14 - Critica Letteraria e Letterature Comparate
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/8630
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact