Il tempo dei poeti (non) è finito. Sul primo dei tre cortometraggi di Guy Debord