Lo sviluppo sostenibile, lungi dallÕessere una definitiva condizione di armonia, piut- tosto processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse, la direzione degli investimenti, lÕorientamento dello sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzio- nali siano resi coerenti con i bisogni futuri oltre che con gli attualiÈ. Questa la definizione di sostenibilit del Rapporto Brundtland, 1987. Una frase che sintetizza alla perfezione il significato di sostenibilit . E soprattutto che pone lÕaccen- to sul fatto che sostenibilit sociale, ambientale ed economica si definiscono allÕinter- no di un percorso nel quale lÕuomo motore di un cambiamento. Una sostenibilit nella quale i diritti fondamentali alla libert , allÕuguaglianza e a condizioni di vita ade- guate vanno messi in atto in un ambiente tale da consentire unÕesistenza di dignit e benessere. La sostenibilit dunque non semplicemente solo e soltanto legata al cot ambientale. Tanto vero che gi la stessa Dichiarazione di Rio Ð anno di grazia 1972 Ð sanciva il diritto di ogni persona ad aspirare a una pi elevata qualit della vita. Senza che soste- nibilit rimanga per molti sinonimo di lusso costoso. Questa visione ampia del concetto di sostenibilit stata la stella polare che ha gui- dato il Progetto Ax a. Una visione condivisa da CRUI Ð Conferenza dei Rettori delle Universit Italiane Ð e da Nestl Italiana con il supporto di Cantiere di ComunicazioneR, che ha lÕambizione di riscrivere la storia italiana dei rapporti tra Universit e Imprese nellÕambito dellÕimpresa scientifica. Un modello che mette a sistema le eccellenze della ricerca universitaria italiana per produrre risultati immediatamente fruibili dalla collettivit e che puntino a costituire quei mattoni in grado di costruire uno sviluppo sostenAbile. Perch oggi bisogna passare dalla teoria alla pratica, o meglio necessa- rio pi che mai coniugare teoria e pratica. Rendendo la sostenibilit un concetto vivo, fatto di Òsangue, cuore e nerviÓ e di azioni concrete. Di progetti ÒaltiÓ che siano per al contempo praticabili su larga scala e che entrino a far parte dei comportamenti quo- tidiani degli individui. Per questo tuttavia necessario costruire una comunicazione altrettanto sostenibile, in grado di raggiungere il maggior ventaglio possibile di interlo- cutori. Non solo Òaddetti ai lavoriÓ e tecnici, ma anche cittadini e istituzioni. Il volume riporta, pertanto, i risultati delle ricerche delle universit che hanno contribuito con i propri lavori a dare corpo e saldezza ad un ÒazzardoÓ: creare un circuito virtuoso tra due realt che hanno linguaggi, tempi, approcci e visioni del mondo differenti. La convinzione, e la presunzione, di Nestl e della CRUI quella di esserci (almeno in parte) riusciti.

Il Progetto Axía: dal processo al prodotto, 2012-02.

Il Progetto Axía: dal processo al prodotto

Russo, Vincenzo
2012-02

Abstract

Lo sviluppo sostenibile, lungi dallÕessere una definitiva condizione di armonia, piut- tosto processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse, la direzione degli investimenti, lÕorientamento dello sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzio- nali siano resi coerenti con i bisogni futuri oltre che con gli attualiÈ. Questa la definizione di sostenibilit del Rapporto Brundtland, 1987. Una frase che sintetizza alla perfezione il significato di sostenibilit . E soprattutto che pone lÕaccen- to sul fatto che sostenibilit sociale, ambientale ed economica si definiscono allÕinter- no di un percorso nel quale lÕuomo motore di un cambiamento. Una sostenibilit nella quale i diritti fondamentali alla libert , allÕuguaglianza e a condizioni di vita ade- guate vanno messi in atto in un ambiente tale da consentire unÕesistenza di dignit e benessere. La sostenibilit dunque non semplicemente solo e soltanto legata al cot ambientale. Tanto vero che gi la stessa Dichiarazione di Rio Ð anno di grazia 1972 Ð sanciva il diritto di ogni persona ad aspirare a una pi elevata qualit della vita. Senza che soste- nibilit rimanga per molti sinonimo di lusso costoso. Questa visione ampia del concetto di sostenibilit stata la stella polare che ha gui- dato il Progetto Ax a. Una visione condivisa da CRUI Ð Conferenza dei Rettori delle Universit Italiane Ð e da Nestl Italiana con il supporto di Cantiere di ComunicazioneR, che ha lÕambizione di riscrivere la storia italiana dei rapporti tra Universit e Imprese nellÕambito dellÕimpresa scientifica. Un modello che mette a sistema le eccellenze della ricerca universitaria italiana per produrre risultati immediatamente fruibili dalla collettivit e che puntino a costituire quei mattoni in grado di costruire uno sviluppo sostenAbile. Perch oggi bisogna passare dalla teoria alla pratica, o meglio necessa- rio pi che mai coniugare teoria e pratica. Rendendo la sostenibilit un concetto vivo, fatto di Òsangue, cuore e nerviÓ e di azioni concrete. Di progetti ÒaltiÓ che siano per al contempo praticabili su larga scala e che entrino a far parte dei comportamenti quo- tidiani degli individui. Per questo tuttavia necessario costruire una comunicazione altrettanto sostenibile, in grado di raggiungere il maggior ventaglio possibile di interlo- cutori. Non solo Òaddetti ai lavoriÓ e tecnici, ma anche cittadini e istituzioni. Il volume riporta, pertanto, i risultati delle ricerche delle universit che hanno contribuito con i propri lavori a dare corpo e saldezza ad un ÒazzardoÓ: creare un circuito virtuoso tra due realt che hanno linguaggi, tempi, approcci e visioni del mondo differenti. La convinzione, e la presunzione, di Nestl e della CRUI quella di esserci (almeno in parte) riusciti.
Italiano
Russo, Vincenzo
33
58
26
978-88-96414-78-1
Palermo
comitato scientifico
nazionale
A stampa
Settore M-PSI/06 - Psicologia Del Lavoro E Delle Organizzazioni
Report di un progetto di coordinamento gruppi di ircerca a livello nazionale. $ gruppi di ricerca coordinati (Università di Napoli, Università Bicocca di Milano; Università di Palermo, Università di Roma LA Sapienza)
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/6113
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact