I nuovi nomadi, ovvero quel che resta del paesaggio