Il 'romanzesco' del tocco