Ci sono bagni nel cyberspazio? Paradossi ed epifanie del virtuale