Alcuni autori italiani del secondo Novecento, cimentatisi nel genere fantastico, si interrogano sulle sperimentazioni in campo scientifico e sui pericolosi sconfinamenti dell’azione umana: gli sviluppi tecnologici e la creazione di congegni strabilianti ma pressoché inutili, ovvero le machines célibataires, sono al centro di questo studio. Da Primo Levi a Buzzati, a Moravia, a Bioy Casares, a Wells, le anomalie di complessi macchinari scaturiti dalla sfrenata inventiva dell’uomo chiedono una nuova riflessione attorno al concetto di limite e alla necessità di riconsiderare il rapporto fra i diritti della scienza e del sapere e quelli della morale.

Eva senza Adamo. Scienziati pazzi, macchine celibi e il concetto di limite, 2022.

Eva senza Adamo. Scienziati pazzi, macchine celibi e il concetto di limite

zangrandi
2022

Abstract

Alcuni autori italiani del secondo Novecento, cimentatisi nel genere fantastico, si interrogano sulle sperimentazioni in campo scientifico e sui pericolosi sconfinamenti dell’azione umana: gli sviluppi tecnologici e la creazione di congegni strabilianti ma pressoché inutili, ovvero le machines célibataires, sono al centro di questo studio. Da Primo Levi a Buzzati, a Moravia, a Bioy Casares, a Wells, le anomalie di complessi macchinari scaturiti dalla sfrenata inventiva dell’uomo chiedono una nuova riflessione attorno al concetto di limite e alla necessità di riconsiderare il rapporto fra i diritti della scienza e del sapere e quelli della morale.
Italiano
Silvia T. Zangrandi, Daniela Bombara, Ellen Patat
Scienza e follia: stravaganza ed eccezione. Alchimisti, maghi, scienziati eslegi nella letteratura e nella cultura contemporanea
12 - Letteraria (Collana diretta da Lucia Rodler e Gino Ruozzi)
245
262
17
9788855535496
Italy
Bologna
Patron
esperti anonimi
internazionale
A stampa
Settore L-FIL-LET/11 - Letteratura Italiana Contemporanea
1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zangrandi_Scienza e follia.pdf

solo utenti autorizzati

Descrizione: Contributo in volume
Dimensione 540.17 kB
Formato Adobe PDF
540.17 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10808/45805
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact