I testi antichi sono copioni nati per una sola messinscena, destinati ad essere imparati a memoria prima che letti. Ma una volta trascritti diventano parte di una lunga catena di tradizione e ricezione, formata da innumerevoli traduzioni e riscritture. Lo testimoniano i testi raccolti in questo volume, per molti versi opposti e complementari, che condividono lo stesso anno di nascita (405 a.C.) e sono fonte di continua ispirazione per registi e drammaturghi moderni: Rane di Aristofane (nella traduzione di Giovannelli e Treu, prima nazionale Teatro Sala Fontana di MILANO, 14 gennaio 2022) e Baccanti di Euripide nella riscrittura di Sicignano e Vannucci (Prima nazionale 11 gennaio 2022). La loro pubblicazione risponde a un duplice scopo: fornire strumenti pratici a chi intenda metterli in scena (registi, drammaturghi, attori) ma anche porre gli spettatori e i lettori nella condizione di apprezzarli pienamente nella loro dimensione teatrale, di prepararsi alla visione degli spettacoli, immaginandoli in scena, con un corredo di saggi e commenti che fornisca il necessario quadro storico-critico e dia conto dei principali allestimenti recenti.

A lezione di regia teatrale: conoscere lo spettacolo teatrale attraverso il racconto degli allestimenti. Quaderno n. 2. Le Rane di Aristofane; Le Baccanti da Euripide, 2021-12.

A lezione di regia teatrale: conoscere lo spettacolo teatrale attraverso il racconto degli allestimenti. Quaderno n. 2. Le Rane di Aristofane; Le Baccanti da Euripide

Treu, Martina;
2021-12

Abstract

I testi antichi sono copioni nati per una sola messinscena, destinati ad essere imparati a memoria prima che letti. Ma una volta trascritti diventano parte di una lunga catena di tradizione e ricezione, formata da innumerevoli traduzioni e riscritture. Lo testimoniano i testi raccolti in questo volume, per molti versi opposti e complementari, che condividono lo stesso anno di nascita (405 a.C.) e sono fonte di continua ispirazione per registi e drammaturghi moderni: Rane di Aristofane (nella traduzione di Giovannelli e Treu, prima nazionale Teatro Sala Fontana di MILANO, 14 gennaio 2022) e Baccanti di Euripide nella riscrittura di Sicignano e Vannucci (Prima nazionale 11 gennaio 2022). La loro pubblicazione risponde a un duplice scopo: fornire strumenti pratici a chi intenda metterli in scena (registi, drammaturghi, attori) ma anche porre gli spettatori e i lettori nella condizione di apprezzarli pienamente nella loro dimensione teatrale, di prepararsi alla visione degli spettacoli, immaginandoli in scena, con un corredo di saggi e commenti che fornisca il necessario quadro storico-critico e dia conto dei principali allestimenti recenti.
Treu, Martina
ita
978-88-5526-615-4
978-88-5526-616-1
218
IT
Milano
Ledizioni
STAMPA
nazionale
esperti anonimi
Settore L-FIL-LET/02 - Lingua e Letteratura Greca
Settore L-ART/05 - Discipline Dello Spettacolo
4
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Vol2.RaneBacc.conCover.pdf

non disponibili

Descrizione: Volume completo
Tipologia: Documento in Post-print
Dimensione 6.68 MB
Formato Adobe PDF
6.68 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/42649
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact