Anna Maria Ortese, Lalla Romano: due scrittrici molto diverse per interessi, intenti, esiti letterari, ma che non è arbitrario accostare se il focus è la rappresentazione del mare Adriatico. Ortese ci parla dell’Adriatico pugliese negli anni Cinquanta quando i segni della guerra e della povertà erano più che mai evidenti; Romano ci parla della costa dalmata e in particolare dell’isola di Hvar (a quei tempi jugoslava) negli anni Ottanta. Ortese intraprende il viaggio per lavoro: su incarico di alcune testate giornalistiche, viaggia per l’Italia del dopoguerra per dare ai lettori una visione sincera e accorata dei luoghi visitati e della gente che lì vive; Romano è in vacanza e tiene un diario sul quale, con sguardo disteso e a volte trasognato, appunta impressioni legate ai paesaggi e alle persone intraviste. I loro scritti si concretizzeranno per Ortese con la pubblicazione di tre articoli per testate giornalistiche diverse nel 1951, per Romano con la pubblicazione del volumetto Le lune di Hvar nel 1991.

Raccontare la seconda realtà dell’Adriatico. Visioni reali e immaginarie del mare Adriatico in Anna Maria Ortese e Lalla Romano, 2021.

Raccontare la seconda realtà dell’Adriatico. Visioni reali e immaginarie del mare Adriatico in Anna Maria Ortese e Lalla Romano

zangrandi
2021

Abstract

Anna Maria Ortese, Lalla Romano: due scrittrici molto diverse per interessi, intenti, esiti letterari, ma che non è arbitrario accostare se il focus è la rappresentazione del mare Adriatico. Ortese ci parla dell’Adriatico pugliese negli anni Cinquanta quando i segni della guerra e della povertà erano più che mai evidenti; Romano ci parla della costa dalmata e in particolare dell’isola di Hvar (a quei tempi jugoslava) negli anni Ottanta. Ortese intraprende il viaggio per lavoro: su incarico di alcune testate giornalistiche, viaggia per l’Italia del dopoguerra per dare ai lettori una visione sincera e accorata dei luoghi visitati e della gente che lì vive; Romano è in vacanza e tiene un diario sul quale, con sguardo disteso e a volte trasognato, appunta impressioni legate ai paesaggi e alle persone intraviste. I loro scritti si concretizzeranno per Ortese con la pubblicazione di tre articoli per testate giornalistiche diverse nel 1951, per Romano con la pubblicazione del volumetto Le lune di Hvar nel 1991.
Italiano
Costanza Geddes da Filicaia, Sara Lorenzetti
Narrazioni e rappresentazioni dell’Adriatico ieri e oggI
111
126
15
978-88-6056-738-3
Italy
Macerata
EUM - Edizioni dell’Università di Macerata
comitato scientifico
nazionale
A stampa
Settore L-FIL-LET/11 - Letteratura Italiana Contemporanea
1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zangrandi_Ortese Romano e l'Adriatico.pdf

non disponibili

Descrizione: Contributo in volume
Dimensione 586.47 kB
Formato Adobe PDF
586.47 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10808/41045
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact