Lo studio nasce in occasione del cinquecentenario dalla nascita dell'umanista Annibal Caro. Conosciuto principalmente come letterato, traduttore e segretario della famiglia Farnese, Caro fu anche iconografo e collezionista d'arte e antiquaria. Il saggio analizza la ricezione e il contributo di Caro come soggettista per gli affreschi del Palazzo di Caprarola (1562-1565) realizzati da Taddeo Zuccari. Tali affreschi suscitarono due descrizioni ecfrastiche edite in poemetti di Lorenzo Gambara e Aurelio Orsi che sono stati messi a confronto con il testo cariano.

"L’aurora e la solitudine”: cronistoria della fortuna di Annibal Caro iconografo nel quinto centenario dalla nascita, 2008.

"L’aurora e la solitudine”: cronistoria della fortuna di Annibal Caro iconografo nel quinto centenario dalla nascita

Casini, Tommaso
2008

Abstract

Lo studio nasce in occasione del cinquecentenario dalla nascita dell'umanista Annibal Caro. Conosciuto principalmente come letterato, traduttore e segretario della famiglia Farnese, Caro fu anche iconografo e collezionista d'arte e antiquaria. Il saggio analizza la ricezione e il contributo di Caro come soggettista per gli affreschi del Palazzo di Caprarola (1562-1565) realizzati da Taddeo Zuccari. Tali affreschi suscitarono due descrizioni ecfrastiche edite in poemetti di Lorenzo Gambara e Aurelio Orsi che sono stati messi a confronto con il testo cariano.
Italiano
4
513
547
35
978-88-8419-402-2
Italy
Torino
nessuno
internazionale
A stampa
Settore L-ART/04 - Museologia e Critica Artistica e del Restauro
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/3968
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact