We will describe the evolution of cinemas on a historic and structural level. In fact they have always been places for social gathering and, for a long time, the chosen and almost exclusive location for movie screenings. We begin with a historical introduction, dealing briefly with the crucial stages that Italian cinemas have gone through, and will then focus on a description of the different types of cinema that over time have appeared in the towns and cities across the peninsula: from the large city centre cinemas, to avant-garde cinemas and small parish cinemas. Equal importance will also be given to situations that go beyond the confines of the cinema, opening horizons towards alternative spaces. Most of the examples described in this paper refer to the Milan cinema network, given that in recent years the city of Milan has proved to be at the forefront in offering alternative cinematographic proposals and Lombardy is the Italian region with the greatest numbers of cinemas and filmgoers (agcult.it).

Nel saggio si descrive l’evoluzione delle sale cinematografiche su un piano storico e strutturale. Esse, infatti, sono state e sono tuttora un luogo di aggregazione e, per molto tempo, hanno costituito l’ambiente elettivo e quasi esclusivo della proiezione filmica. Si comincia con una introduzione storica, affrontando, sinteticamente, i passaggi cruciali subiti dalle sale italiane, per poi concentrarsi sulla descrizione delle diverse tipologie che nel tempo hanno fatto la loro comparsa nei paesi e nelle città della penisola: dalle grandi sale del centro, ai cinema d’essai, fino ad arrivare ai piccoli cinema a gestione parrocchiale. Pari importanza verrà data anche alle realtà che evadono dai confini della sala cinematografica, aprendo orizzonti verso spazi alternativi. La maggior parte degli esempi esposti nel saggio fa parte del circuito milanese, in quanto negli ultimi anni il capoluogo lombardo si è dimostrato all’avanguardia nella proposta di realtà cinematografiche alternative e la Lombardia la regione italiana con il maggior numero di sale e di spettatori (agcult.it).

Una luce nel buio: dalle prime sale cinematografiche ai nuovi spazi, 2019-11.

Una luce nel buio: dalle prime sale cinematografiche ai nuovi spazi

Scramaglia, Rosantonietta
2019-11

Abstract

Nel saggio si descrive l’evoluzione delle sale cinematografiche su un piano storico e strutturale. Esse, infatti, sono state e sono tuttora un luogo di aggregazione e, per molto tempo, hanno costituito l’ambiente elettivo e quasi esclusivo della proiezione filmica. Si comincia con una introduzione storica, affrontando, sinteticamente, i passaggi cruciali subiti dalle sale italiane, per poi concentrarsi sulla descrizione delle diverse tipologie che nel tempo hanno fatto la loro comparsa nei paesi e nelle città della penisola: dalle grandi sale del centro, ai cinema d’essai, fino ad arrivare ai piccoli cinema a gestione parrocchiale. Pari importanza verrà data anche alle realtà che evadono dai confini della sala cinematografica, aprendo orizzonti verso spazi alternativi. La maggior parte degli esempi esposti nel saggio fa parte del circuito milanese, in quanto negli ultimi anni il capoluogo lombardo si è dimostrato all’avanguardia nella proposta di realtà cinematografiche alternative e la Lombardia la regione italiana con il maggior numero di sale e di spettatori (agcult.it).
Italiano
Giampaolo Nuvolati
Enciclopedia Sociologica dei Luoghi
1
355
372
17
978-88-5526-121-0
9788855261555
Italy
Milano
Ledizioni
comitato scientifico
nazionale
A stampa
Settore SPS/07 - Sociologia Generale
Settore SPS/10 - Sociologia dell'Ambiente e del Territorio
Settore SPS/08 - Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi
2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RS Enciclopedia dei luoghi ESL-1-web.pdf

non disponibili

Dimensione 2.5 MB
Formato Adobe PDF
2.5 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/36523
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact