Contro i documenti: la battaglia individualista di Sir Ernest Benn