Crimine, colpa e testimonianza: sulla performatività nella rappresentazione documentaria