La letteratura dell'inesperienza: scrivere romanzi al tempo della televisione