Intermediac(it)y: sulla forma simbolica della Milano contemporanea