Il ricorso a modelli invarianti per valutare la qualità della didattica