I network come soluzione ai limiti della filiera turistica