Pensare per immagini: il (foto)amatore come figura della modernità estetica