Analisi del lavoro del regista Edgar Reitz, tra i firmatari del Manifesto di Oberhausen nel 1962 e tra i massimi esponenti del Nuovo cinema tedesco. L'organizzazione del tempo - sia come struttura testuale sia come tema della rappresentazione- unisce lavori molto diversi di questo autore e trova poi nella trilogia di Heimat, nella sua capacità di ricostruzione della storia tedesca del secolo scorso, la forma più compiuta e radicale.

Il futuro dietro le spalle: tempo e storia nel cinema di Edgar Reitz, 2005.

Il futuro dietro le spalle: tempo e storia nel cinema di Edgar Reitz

Farinotti, Luisella
2005

Abstract

Analisi del lavoro del regista Edgar Reitz, tra i firmatari del Manifesto di Oberhausen nel 1962 e tra i massimi esponenti del Nuovo cinema tedesco. L'organizzazione del tempo - sia come struttura testuale sia come tema della rappresentazione- unisce lavori molto diversi di questo autore e trova poi nella trilogia di Heimat, nella sua capacità di ricostruzione della storia tedesca del secolo scorso, la forma più compiuta e radicale.
Italiano
88-400-1066-1
170
Italy
Milano
Unicopli
A stampa
nazionale
Settore L-ART/06 - Cinema, Fotografia e Televisione
1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
000143127.pdf

non disponibili

Dimensione 11.53 MB
Formato Adobe PDF
11.53 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/2102
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact