Today the deep relationship between “literary expression” and “cultural location” expresses itself through interculturality. This makes the issue concerning migration flows, and the related concepts of “migration” and “renewal”, a basic one. The crisis of national identity paves the way to the emergence of new instances: the creation of supranational shared institutions; the increase of local governments; the definition of new decision-making contexts. Culture played a primary role in the process of formation of nations; the great literary traditions formed the basis for the construction of a common consciousness. Yet, despite the definition of shared identity, this process was different in different contexts. Gadamer’s claim, that the European roots are based on a Greek-roman matrix, collides today with the difficulty in speaking a language that reflects actual diversities of views, and leaves open the question about the future of Europe.

Esiste un rapporto profondo tra “espressione letteraria” e “collocazione culturale”, rapporto che oggi si esprime attraverso l'interculturalità. Ciò ha reso di fondamentale centralità la questione dei flussi migratori e la filosofia che sta alla base del concetto stesso di “migrazione” e di “rinnovamento”. Con l'entrata in crisi delle identità nazionali sono emerse istanze non più eludibili: la creazione di istituzioni sovranazionali condivise, l'ampliamento dei poteri delle autonomie locali, la definizione di nuovi contesti decisionali. Il ruolo della cultura è stato determinante nel processo di formazione delle nazioni e le grandi tradizioni letterarie hanno costituito la base per la formazione di una coscienza comune. Ma tale processo è stato differente nei diversi contesti seppur nell'orizzonte condiviso della definizione identitaria. La tesi di Gadamer della polarizzazione europea figlia della comune matrice greco-romana, si scontra oggi col problema della difficoltà nel parlare una lingua che sia specchio di reali condivisioni di vedute, lasciando così aperto l'interrogativo sul futuro stesso dell'Europa.

Le letterature, le culture, l'Europa, 2004.

Le letterature, le culture, l'Europa

Puglisi, Giovanni
2004

Abstract

Esiste un rapporto profondo tra “espressione letteraria” e “collocazione culturale”, rapporto che oggi si esprime attraverso l'interculturalità. Ciò ha reso di fondamentale centralità la questione dei flussi migratori e la filosofia che sta alla base del concetto stesso di “migrazione” e di “rinnovamento”. Con l'entrata in crisi delle identità nazionali sono emerse istanze non più eludibili: la creazione di istituzioni sovranazionali condivise, l'ampliamento dei poteri delle autonomie locali, la definizione di nuovi contesti decisionali. Il ruolo della cultura è stato determinante nel processo di formazione delle nazioni e le grandi tradizioni letterarie hanno costituito la base per la formazione di una coscienza comune. Ma tale processo è stato differente nei diversi contesti seppur nell'orizzonte condiviso della definizione identitaria. La tesi di Gadamer della polarizzazione europea figlia della comune matrice greco-romana, si scontra oggi col problema della difficoltà nel parlare una lingua che sia specchio di reali condivisioni di vedute, lasciando così aperto l'interrogativo sul futuro stesso dell'Europa.
Italiano
Proietti, Paolo
L'Europa nel terzo millennio : identità nazionali e contaminazioni culturali
5
49
60
12
88-389-1933-X
Italy
Palermo
internazionale
A stampa
Settore L-FIL-LET/14 - Critica Letteraria e Letterature Comparate
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/183
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact