Credere e non credere: una fondamentale interrogazione reciproca