Ritmo, pensiero e sonorità del cunto, come dispositivo drammaturgico nel teatro di Mimmo Cuticchio