Lo studio aiuta a contestualizzare storicamente la figura di Oscar Arnulfo Romero y Galdamez ne El Salvador degli anni Settanta del Novecento. Il saggio si sofferma inoltre sull'analisi di alcuni documenti e in particolare le ultime due lettere pastorali pubblicate da Romero come arcivescovo di San Salvador, che permettono di compiere un breve ma simbolico viaggio nella storia umana ed ecclesiale, personale e collettiva di quello che è divenuto uno dei simboli della Chiesa latinoamericana. Si tratta di documenti importanti, non solo per i contenuti, su cui ora ci soffermeremo brevemente, ma anche perché aiutano a seguire l’evoluzione graduale e sofferta di Romero in relazione agli eventi della storia di El Salvador, dipanatasi lungo un triennio tragico che aprì le porte della lunga guerra civile, in cui le problematiche interne si intrecciarono, in modo sempre più dirompente con le tensioni internazionali che andavano concentrandosi intorno al Centroamerica. In questo processo si può ritrovare una fotografia, impressionante, di un paese che entrava nel vortice di una crisi indecifrabile, che portava con sé i sedimenti di un passato mai pienamente risolto ma anche le incognite di un futuro quanto mai incerto; quello che emerge è anche il disegno di una Chiesa che si metteva in gioco e che sperimentava, su un terreno minato, la vitalità del proprio magistero, dopo le novità del Concilio e della sua complessa ricezione latinoamericana.

La riscoperta di El Salvador da parte di un vescovo postconciliare, 2010.

La riscoperta di El Salvador da parte di un vescovo postconciliare

DE GIUSEPPE, MASSIMO
2010

Abstract

Lo studio aiuta a contestualizzare storicamente la figura di Oscar Arnulfo Romero y Galdamez ne El Salvador degli anni Settanta del Novecento. Il saggio si sofferma inoltre sull'analisi di alcuni documenti e in particolare le ultime due lettere pastorali pubblicate da Romero come arcivescovo di San Salvador, che permettono di compiere un breve ma simbolico viaggio nella storia umana ed ecclesiale, personale e collettiva di quello che è divenuto uno dei simboli della Chiesa latinoamericana. Si tratta di documenti importanti, non solo per i contenuti, su cui ora ci soffermeremo brevemente, ma anche perché aiutano a seguire l’evoluzione graduale e sofferta di Romero in relazione agli eventi della storia di El Salvador, dipanatasi lungo un triennio tragico che aprì le porte della lunga guerra civile, in cui le problematiche interne si intrecciarono, in modo sempre più dirompente con le tensioni internazionali che andavano concentrandosi intorno al Centroamerica. In questo processo si può ritrovare una fotografia, impressionante, di un paese che entrava nel vortice di una crisi indecifrabile, che portava con sé i sedimenti di un passato mai pienamente risolto ma anche le incognite di un futuro quanto mai incerto; quello che emerge è anche il disegno di una Chiesa che si metteva in gioco e che sperimentava, su un terreno minato, la vitalità del proprio magistero, dopo le novità del Concilio e della sua complessa ricezione latinoamericana.
Italiano
De Giuseppe, Massimo
Giustizia e pace come pedagogia pastorale
7
47
40
978-88-350-2621-1
Italy
Brescia
comitato scientifico
nazionale
A stampa
Settore M-STO/04 - Storia Contemporanea
Studio introduttivo al volume
1
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Giustizia e pace (pdf).pdf

non disponibili

Descrizione: pdf dell'intero testo con lo studio introduttivo
Dimensione 747.62 kB
Formato Adobe PDF
747.62 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/13552
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact