Il contributo si propone di fare un excursus del panorama registico che ha caratterizzato le stagioni scaligere dal 1990 al 2003. In poco più di un decennio, il Teatro alla Scala ha aperto le sue porte a registi, scenografi, costumisti, esponenti illustri del rinnovamento teatrale in Italia e all'estero, ha proposto opere del grande repertorio italiano e straniero e un cospicuo numero di capolavori poco noti al grande pubblico, spaziando in un arco cronologico che va da compositori quali Claudio Monteverdi a Luciano Berio. Le scelte compiute dal sovrintendente Carlo Fontana hanno mostrato sia di voler riconfermare la preziosa collaborazione con i registi che, a partire dal dopoguerra, hanno contribuito a fare di questo il più importante teatro lirico al mondo, sia di voler introdurre e promuovere contributi artistici nuovi. Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Roberto de Simone, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Jean Pierre Ponnelle, Pier'Alli, Lamberto Puggelli, Filippo Crivelli, Jerome Savary hanno alternato la loro presenza sul palcoscenico scaligero a quella di nuove personalità del mondo della regia nazionale ed internazionale. Hanno, infatti, firmato in questi anni spettacoli di grande pregio artisti del calibro di Liliana Cavani, Cesare Lievi, Giancarlo Cobelli, Andrè Engel, Werner Herzog, Hugo De Ana, Graham Vick, Yannis Kokkos, Lev Dodin, Peter Stein, Luis Pasqual, Gilbert Deflo, Keita Asari, contribuendo al consolidamento della fama di uno dei più importanti teatri del mondo.

Le regie alla Scala durante la sovrintendenza di Carlo Fontana, 1990-2003, 2004.

Le regie alla Scala durante la sovrintendenza di Carlo Fontana, 1990-2003

Garavaglia, Valentina
2004

Abstract

Il contributo si propone di fare un excursus del panorama registico che ha caratterizzato le stagioni scaligere dal 1990 al 2003. In poco più di un decennio, il Teatro alla Scala ha aperto le sue porte a registi, scenografi, costumisti, esponenti illustri del rinnovamento teatrale in Italia e all'estero, ha proposto opere del grande repertorio italiano e straniero e un cospicuo numero di capolavori poco noti al grande pubblico, spaziando in un arco cronologico che va da compositori quali Claudio Monteverdi a Luciano Berio. Le scelte compiute dal sovrintendente Carlo Fontana hanno mostrato sia di voler riconfermare la preziosa collaborazione con i registi che, a partire dal dopoguerra, hanno contribuito a fare di questo il più importante teatro lirico al mondo, sia di voler introdurre e promuovere contributi artistici nuovi. Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Roberto de Simone, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Jean Pierre Ponnelle, Pier'Alli, Lamberto Puggelli, Filippo Crivelli, Jerome Savary hanno alternato la loro presenza sul palcoscenico scaligero a quella di nuove personalità del mondo della regia nazionale ed internazionale. Hanno, infatti, firmato in questi anni spettacoli di grande pregio artisti del calibro di Liliana Cavani, Cesare Lievi, Giancarlo Cobelli, Andrè Engel, Werner Herzog, Hugo De Ana, Graham Vick, Yannis Kokkos, Lev Dodin, Peter Stein, Luis Pasqual, Gilbert Deflo, Keita Asari, contribuendo al consolidamento della fama di uno dei più importanti teatri del mondo.
Italiano
Cantarelli, Elena
13
153
168
16
88-7870-005-3
88-7870-005-3
Italy
Roma
nazionale
A stampa
Settore L-ART/05 - Discipline Dello Spettacolo
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10808/1331
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact