La riproposizione organica dei testi originali della Scuola cirenaica con traduzione a fronte vuole oggi rappresentare un duplice tentativo: essere un utile strumento per tutti coloro che desiderano confrontarsi con le fonti di una delle scuole socratiche più affascinanti e nei secoli fraintese e, al contempo, fornire l'opportunità per una rilettura che vada oltre la mera prospettiva filologica. Ricchi e numerosi sono gli spunti di riflessione che le posizioni edoniste dei filosofi di Cirene ancora oggi porgono agli studiosi, spesso sottoforma di provocazioni che partendo dall’ambito etico giungono a ribadire la centralità del dato fruitivo all’interno di un’estetica fortemente legata alle polarità di “piacere” e “percezione”. Attraverso la persistenza di tali tematiche e l'individuazione delle loro radici nella filosofia antica emerge come i grandi temi dell'estetica contemporanea, messi alla prova quotidianamente dal confronto con gli oggetti, con i sensi, con i giudizi, con la circoscrizione del concetto stesso di piacere, possano attingere elementi e stimoli di grande ricchezza.

Fruizione, criterio, piacere: la persistenza dei temi cirenaici nell'estetica postmoderna, 2010.

Fruizione, criterio, piacere: la persistenza dei temi cirenaici nell'estetica postmoderna

BREGA, MATTEO GIOVANNI
2010

Abstract

La riproposizione organica dei testi originali della Scuola cirenaica con traduzione a fronte vuole oggi rappresentare un duplice tentativo: essere un utile strumento per tutti coloro che desiderano confrontarsi con le fonti di una delle scuole socratiche più affascinanti e nei secoli fraintese e, al contempo, fornire l'opportunità per una rilettura che vada oltre la mera prospettiva filologica. Ricchi e numerosi sono gli spunti di riflessione che le posizioni edoniste dei filosofi di Cirene ancora oggi porgono agli studiosi, spesso sottoforma di provocazioni che partendo dall’ambito etico giungono a ribadire la centralità del dato fruitivo all’interno di un’estetica fortemente legata alle polarità di “piacere” e “percezione”. Attraverso la persistenza di tali tematiche e l'individuazione delle loro radici nella filosofia antica emerge come i grandi temi dell'estetica contemporanea, messi alla prova quotidianamente dal confronto con gli oggetti, con i sensi, con i giudizi, con la circoscrizione del concetto stesso di piacere, possano attingere elementi e stimoli di grande ricchezza.
Italiano
Brega, Matteo G.
I cirenaici: la filosofia del piacere
IX
XXXI
23
978-88-5750-192-5
Italy
Milano
comitato scientifico
nazionale
A stampa
Settore M-FIL/04 - Estetica
1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10808/1129
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact