Percorsi nella drammaturgia contemporanea: "Magda e lo spavento", di Massimo Sgorbani per la regia di Renzo Martinelli