Epistemologia genetica, cibernetica e scienze cognitive: intorno ad alcune mutue (im)possibili prospettive